Alla Notte dei Ricercatori anche il progetto Life Floranet

Alla Notte dei Ricercatori che si è svolta a Chieti è stato presente anche il Parco Nazionale della Majella con uno spazio dedicato alla Biodiversità dell’area protetta e, tra gli altri, anche al progetto Life Floranet per la salvaguardia di sette specie vegetali di interesse comunitario, rare, di cui alcune endemiche ed in pericolo di estinzione, osservabili tra le piante esposte e provenienti dal vivaio delle piante autoctone del Giardino Botanico “D. Brescia” e “Michele Tenore” oltre che all’attività di conservazione “ex situ” svolta presso la Banca del Germoplasma di Lama Dei Peligni.  Inoltre il Parco ha anche contribuito all’evento donando trenta giovani esemplari di Querce (Quercus pubescens), per l’allestimento dei totem disposti lungo il percorso degli stand, che troveranno successiva collocazione presso gli spazi aperti dei Campus Universitari di … »

Raccolta semi da parte dei tecnici Floranet

Continua anche in questi giorni il lavoro di osservazione e raccolta semi da parte dei tecnici Floranet, in particolare sulla specie target Klasea lycopifolia, nel territorio del Parco Regionale Sirente Velino. Il materiale prelevato è indispensabile per le attività di riproduzione vivaistica e per la conservazione e l’analisi dei processi di germinazione svolta presso la Banca del Germoplasma (Majella Seed Bank) di Lama Dei Peligni (Ch).   Foto L. Di Martino

Volontari per Floranet nel Parco Nazionale della Majella

Grazie al Volontario Daniele Berardi per aver partecipato per due settimane al Campo di volontariato per Floranet nel Parco Nazionale della Majella, per l’attività divulgativa e di raccolta dati svolta presso i Centri Visita di Caramanico Terme e S. Eufemia a Maiella (Pe) e per il contributo dato nella realizzazione di alcune piccole nuove aiuole Floranet, oltre che nella cura e manutenzione delle aiuole già realizzate in alcune scuole del Parco.  

Riunione Gruppo Orti Botanici a Trento

Alla riunione del gruppo Orti Botanici presso il MUSE di Trento, quest’anno abbinata all’evento conclusivo del Progetto Europeo Erasmus+ Learn To Engage con l’obiettivo di diffondere le migliori pratiche di coinvolgimento del pubblico nei Giardini Botanici, presenti anche i tecnici del Parco Nazionale della Majella, con le esperienze e le attività dei Giardini Botanici “D. Brescia” di S. Eufemia a Majella, “M. Tenore” di Lama dei Peligni e del Progetto Life Floranet.

Volontari per Floranet nel Parco Nazionale della Majella

Volontari per Floranet rappresenta un’occasione per i partecipanti di conoscenza dell’area protetta ed in particolar modo del progetto Life Floranet, al fine di contribuire ad alcune attività di informazione e divulgazione promosse dalle azioni di progetto. Inoltre, obiettivo del campo è quello di offrire la possibilità ai volontari di effettuare un’esperienza presso una delle strutture deputate all’accoglienza dei visitatori del Parco.  Programmi, disciplinare e modulo di iscrizione: https://www.parcomajella.it/sviluppo-sostenib…/volontariato/   Foto: Luciano Di Martino

Piccoli giardini botanici nelle scuole per la conservazione delle piante Floranet

Nel Parco Nazionale della Majella sono stati coinvolti 260 alunni delle scuole primarie e secondarie di I grado, in un percorso educativo-didattico triennale promosso ed attuato nell’ambito del Progetto Europeo Life Floranet, che vede in questi giorni la conclusione della seconda fase delle attività consistenti nella messa a dimora nei cortili delle scuole di oltre 400 piante autoctone, tra cui alcune delle specie target rare Floranet quali l’Astragalo aquilano e l’Iris marsica, riprodotte appositamente nel vivaio del Parco, presso il Giardino Botanico “D. Brescia” di Sant’Eufemia a Maiella (Pe). I tecnici del Parco della Majella e gli operatori di Legambiente, hanno coadiuvato e seguito gli studenti che con entusiasmo e partecipazione hanno lavorato direttamente e manualmente nella creazione dell’aiuola Floranet. Sono state fornite grandi fioriere in legno che unitamente agli spazi … »

Le scuole di Ovindoli nel progetto Floranet Life

Nella mattinata di venerdì 7 giugno 2019, nell’ambito del percorso didattico per le scuole previsto nel progetto Life Floranet, è stata realizzata l’aiuola didattica per la Scuola Primaria “L. Dard” di Ovindoli, nel Parco Naturale Regionale del Sirente Velino. Grande entusiasmo da parte degli alunni che, sotto l’attenta  e capace guida del corpo docente, con il supporto del personale del Parco e degli operatori di Legambiente, dopo il benvenuto all’iniziativa da parte del Commissario Igino Chiuchiarelli hanno contribuito alla realizzazione dell’aiuola, situata nei pressi dell’attuale sede del Comune di Ovindoli. Sono state scelte per la messa a dimora piante di Iris marsica e di Klasea lycopifolia, due delle cinque specie Floranet presenti nel Parco.            Foto: T. Buccimazza Foto: T. Buccimazza                    … »